Erika Salonia Psicologa (Messina)
info@saloniapsicologa.it
3341199003

Come aiutare una persona cara

Come aiutare una persona caraTempo di lettura: 3 minuti

> Tempo di lettura stimato: 4 minuti
Print Friendly and PDF
info@saloniapsicologa

Come aiutare una persona cara ad affrontare un disagio psicologico


Vedi anche ⇒ “Come aiutare chi soffre di depressione



Può essere molto difficile sapere come supportare al meglio una persona cara che lotta con i sintomi di un disturbo psicologico e, ovviamente, non esiste una risposta ottimale per tutti e per tutte le circostanze. Tuttavia, specialmente nella fase iniziale, è possibile collaborare affinché si possa ridurre o alleviare il malessere.

Ogni individuo è – per certi versi – come una Monade (Leibniz) e ciascuno reagisce a suo modo agli eventi. La famiglia e gli amici possono valutare ed eventualmente preoccuparsi per la persona cara osservando il modo in cui si relaziona e i suoi comportamenti. L’effettiva conoscenza del familiare o amico in difficoltà può aiutare a comprendere quale approccio o supporto potrebbe essere più utile. Tuttavia, di seguito sono riportati alcuni suggerimenti e aspetti concreti da tenere in considerazione quando si tenta di aiutare una persona che sta soffrendo.

Conoscere i segnali di pericolo dei problemi di salute mentale

Ad esempio: ritirarsi dalle interazioni sociali, osservare eventi insoliti che si verificano a scuola o al lavoro, cambiamenti della qualità e quantità del sonno e del modo abituale di alimentarsi sono possibili segni.


Vedi di più sulla ⇒ differenza tra Segni e Sintomi



Chi manifesta questi segni non necessariamente presenta un problema di salute mentale, i sintomi potrebbero anche essere correlati ad altri motivi. Ma la valutazione di un professionista sanitario potrebbe aiutare a prevenire eventuali problemi e risolvere lo sviluppo di sintomi più gravi.

Primo passo: affrontare il problema

Uno dei passaggi più difficili e più importanti da attuare potrebbe essere l’ascolto empatico e la comunicazione efficace. Considera che non devi essere un esperto in materia o avere le risposte giuste. In questa fase è sufficiente esprimere la tua preoccupazione e manifestare la tua disponibilità ad ascoltare. “Ci sono…”, “Sono qui per te…”. Non aver paura di affrontare le problematiche che emergeranno dai colloqui. 

Usa le affermazioni come, ad esempio: “Sono preoccupato per te…“, “Vorrei che prendessi in considerazione di parlare con un consulente esperto…“, piuttosto che asserire: “Sei malato…” o “Dovresti andare da…“.

Cerca di mostrare pazienza e attenzione, ma soprattutto non giudicare i pensieri e le azioni. Semplicemente ascolta. Non trascurare e non lottare contro i sentimenti della persona.

Se la situazione si protrae nel tempo e si ingigantisce incoraggia la persona a parlarne con un professionista della salute mentale o, se ciò comporta un rifiuto, con il medico di base. 

Ricorda a chi soffre che cercare aiuto è un segno di forza.

Malessere e Trattamenti

Informati sul tipo di disagio che il soggetto sta vivendo. Più comprendi le condizioni di salute e i sintomi, meglio sarai in grado di supportare la persona.

Se lo ritieni utile, chiedi consigli su quali azioni intraprendere e quali comportamenti adottare a un professionista della salute mentale. 

Cerca di prevedere eventuali ostacoli a cui andrà incontro la persona che cerca aiuto. Ad esempio, cerca e individua le strategie più opportune per favorire la comunicazione con la famiglia, il datore di lavoro, gli insegnanti, e via dicendo. Individua, anzitempo, possibili terapeuti, orari, luoghi, problemi di trasporto.

In questa fase, prenditi cura di te stesso e non oltrepassare i tuoi limiti.

Aspettative e collaborazione

È importante avere aspettative realistiche. Generalmente il recupero non è un processo facile e lineare, probabilmente ci saranno miglioramenti e battute d’arresto lungo il percorso di recupero. 

Può darsi che ti venga il dubbio che il tuo sostegno e le tue azioni non siano di aiuto. Invece, sappi che è molto probabile che stiano facendo la differenza. La persona in questione potrebbe anche reagire malamente e, in un primo momento, non riconoscere chiaramente ciò che stai facendo, oppure potrebbe non essere in grado di esprimere apprezzamento. 

Infine, nel caso in cui i peggioramenti siano evidenti, prima che il problema da affrontare si consolidi, è bene rivolgersi alle cure dello specialista della salute mentale.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Gli articoli in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il confronto diretto con il proprio medico curante.

CONDIVIDI CON CHI HA BISOGNO DI AIUTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su skype

CONDIVIDI CON CHI HA BISOGNO DI AIUTO

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pocket
Pocket
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su tumblr
Tumblr
STAI VIVENDO UN PICCOLO DISAGIO? NON ASPETTARE CHE DIVENTI UN GRANDE PROBLEMA

Altri articoli che potrebbero interessarti

Consulenza Psicologica Online?
Conveniente Confidenziale Comoda e Flessibile

Nota Bene: La Psicologa Erika Salonia propone argomenti di pertinenza psicologica, con l’obiettivo di sensibilizzare i lettori alla cultura della salute mentale, per promuovere il cambiamento e il benessere psicofisico, migliorare la qualità della vita, stimolare le risorse delle persone e dei contesti e, soprattutto, per impedire che il disagio divenga malattia. Informa, altresì l’utenza, che gli articoli in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il confronto diretto con il proprio medico curante.

Copyright: Tutto il materiale scritto dalla Dr.ssa Erika Salonia è disponibile sotto la licenza Creative Common Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Significa che il testo può essere riprodotto a patto di citare la fonte e di linkare la pagina web di riferimento o l’homepage del sito, di non usarlo per fini commerciali e di condividerlo con la stessa licenza.

Privacy Policy e Cookies | Erika Salonia Psicologa (Messina) | Consulenza Psicologica Online | info@saloniapsicologa.it | Img di: PixabayIcons8