Immagine di ardwinhdez

Dipendenza da Internet e dalla tecnologia4 min. lettura

> Tempo di lettura stimato: 5 minuti
Print Friendly and PDF
info@saloniapsicologa.it

Una panoramica della Dipendenza da Internet (DdI)

La DdI può avere effetti devastanti sulle persone e le loro famiglie, sui bambini e gli adolescenti. Ricevere aiuto può essere difficile, poiché il primo e più importante passo da compiere è riconoscerlo.



La dipendenza da Internet è una dipendenza comportamentale in cui una persona diventa dipendente dall’uso esagerato di Internet, un modo disadattivo per far fronte allo stress e ai disagi. La dipendenza da Internet sta diventando ampiamente riconosciuta, in particolare nei paesi in cui colpisce un gran numero di persone, come la Corea del Sud, dove è stato dichiarato un problema di salute nazionale

Tuttavia, il fenomeno è in crescente preoccupante aumento anche nel Nord America e in Europa.

Cinque cose da sapere sulla dipendenza da Internet

1) La DdI non è ancora un disturbo mentale ufficialmente riconosciuto. I ricercatori hanno formulato criteri diagnostici, ma essi non sono inclusi nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5). Tuttavia, il disturbo del gioco online è incluso come condizione per ulteriori studi e la dipendenza da Internet si sta sviluppando come area specialistica.

2) Sono stati identificati almeno tre sottotipi di dipendenza da Internet: dipendenza da videogiochi, cybersesso o dipendenza dal sesso onlinedipendenza dal gioco d’azzardo online.

3) Sempre più spesso, la dipendenza da dispositivi mobili, come tablet e smartphone, e la dipendenza da siti di social, come Facebook, sono oggetto di indagine.

4) Il Sexting, ovvero inviare foto, video e testi sessualmente espliciti, è già molto diffuso soprattutto tra gli adolescenti e ciò può causare anche guai giudiziari anche se si è minorenni. 

5) Il trattamento psicologico per ridurre e annullare la dipendenza da Internet è oggi in grado di aiutare le persone che ne soffrono.

Sintomi della dipendenza da Internet

Poiché, come già scritto al superiore punto 1, tale dipendenza non è formalmente riconosciuta come un disturbo, può essere difficile giungere a una diagnosi. Tuttavia, diversi esperti leader nel campo hanno contribuito all’attuale conoscenza dei sintomi. 

Tutti i tipi di dipendenza da Internet contengono le seguenti quattro componenti:

1) Eccessivo uso di Internet

Nonostante ci sia accordo sul fatto che l’uso eccessivo di Internet sia un sintomo chiave, nessuno sembra in grado di definire esattamente quanto tempo è considerato come eccessivo. Le linee guida suggeriscono non più di due ore al giorno, ma ciò non è realistico per le persone che usano il computer per lavoro o per studio. Alcuni autori aggiungono l’avvertenza “per un uso non essenziale“, ma bisogna notare che per un dipendente di Internet, tutto il tempo passato online può sembrare essenziale.

Ecco, in sintesi, alcuni spunti da usare come strumento di auto-valutazione che ti aiutano a capire quando è troppo.

• Resti online più a lungo del previsto?

• Hai sentito i tuoi familiari lamentarsi per il tempo che trascorri online?

• Ti sei mai detto: “Ancora qualche minuto e poi…” o frasi simili?

• Ci provi, ma non riesci a ridurre il tempo online?

• Nascondi agli altri il tempo trascorso su Internet?

Se una qualsiasi di queste situazioni si verifica quotidianamente, potresti essere dipendente da Internet.

2) Astinenza

Anche se originariamente inteso come base della dipendenza fisica da alcol o droghe, i sintomi dell’astinenza sono ora attribuite anche alle dipendenze comportamentali, tra cui la dipendenza da Internet. I sintomi comuni di astinenza da Internet includono rabbia, tensione e depressione quando l’accesso a Internet non è disponibile. Questi sintomi possono essere percepiti come noia, mancanza di gioia, malumore, nervosismo e irritabilità quando non  ci si può connettere online.

3) Tolleranza

La tolleranza è un altro segno distintivo dell’alcool e della tossicodipendenza e sembra essere applicabile anche alla dipendenza da Internet.

Potresti volere trascorre più tempo online, così gradualmente questa attività prende il sopravvento su tutto ciò che dovresti fare. Oppure potresti desiderare più tecnologia, per esempio più grande, migliore o il recente software, hardware o gadget.

4) Ripercussioni negative

Se la dipendenza da Internet non causasse danni, non ci sarebbero problemi. Ma quando l’uso eccessivo coinvolge le ordinarie attività quotidiane, il lavoro, lo studio e le relazioni sociali “da vicino, di persona” potrebbero risentirne. Potresti non avere alcun rapporto personale reale, o quelli che hai potrebbero essere trascurati. Potresti sentirti svogliato per qualcosa che non sia l’uso dei dispositivi mobili.

Le finanze potrebbero diminuire vorticosamente, in particolare se la tua debolezza è per il gioco d’azzardo, lo shopping o cybersex online.

Dipendenza da Internet nei bambini

La DdI è particolarmente preoccupante per i bambini e gli adolescenti. I bambini non hanno le conoscenze e la consapevolezza per gestire correttamente il proprio uso del computer e non hanno idea dei potenziali danni che Internet può causare loro. La maggior parte dei bambini ha accesso a Internet, ed è diventato comune per i bambini e gli adolescenti avere con sé smartphone e tablet.

Mentre ciò può rassicurare i genitori che possono avere un contatto con il loro bambino in caso di emergenza, questo costante accesso a Internet può esporli a rischi molto reali. I bambini passano molto del loro tempo connessi a Internet, disconnettendosi così dal mondo che li circonda. Quando sono online, rischiano di essere coinvolti nel cyberbullismo, sia come vittima sia come persecutore. Aumentano inoltre i rischi per il cybersesso, in particolare attraverso il sexting.

Inoltre, i bambini sono sempre più esposti alla pressione dei coetanei e possono trascorrere lunghi periodi di tempo a giocare online, rendendoli vulnerabili allo sviluppo della dipendenza. Questo può essere distruttivo per lo sviluppo di sane relazioni sociali e può portare all’isolamento e alla vittimizzazione. Per questi motivi, si sconsiglia ai bambini e agli adolescenti di avere a disposizione più di due ore di Internet al giorno.

Passi successivi da considerare

Se riconosci i sintomi della dipendenza da Internet in te stesso, per un aiuto immediato parlane subito con il tuo medico di fiducia. Oltre ad essere in grado di suggerire la consulenza di uno psicologo, il medico può prescrivere farmaci o altre terapie se riconosce l’insorgenza della depressione o del disturbo d’ansia sociale, causati dalla dipendenza da Internet.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Gli articoli in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il confronto diretto con il proprio medico curante.

CONDIVIDI ARTICOLO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su skype

CONDIVIDI ARTICOLO

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pocket
Pocket
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su tumblr
Tumblr
STAI VIVENDO UN PICCOLO DISAGIO? NON ASPETTARE CHE DIVENTI UN GRANDE PROBLEMA

Altri articoli che potrebbero interessarti

Consulenza Psicologica Online?
Conveniente Confidenziale Comoda e Flessibile

Nota Bene: La Psicologa Erika Salonia propone argomenti di pertinenza psicologica, con l’obiettivo di sensibilizzare i lettori alla cultura della salute mentale, per promuovere il cambiamento e il benessere psicofisico, migliorare la qualità della vita, stimolare le risorse delle persone e dei contesti e, soprattutto, per impedire che il disagio divenga malattia. Informa, altresì l’utenza, che gli articoli in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il confronto diretto con il proprio medico curante.

Copyright: Tutto il materiale scritto dalla Dr.ssa Erika Salonia è disponibile sotto la licenza Creative Common Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Significa che il testo può essere riprodotto a patto di citare la fonte e di linkare la pagina web di riferimento o l’homepage del sito, di non usarlo per fini commerciali e di condividerlo con la stessa licenza.

Privacy Policy e Cookies | Erika Salonia Psicologa (Messina) | Consulenza Psicologica Online | info@saloniapsicologa.it | Img di: PixabayIcons8